Vetro, trasparenze colorate, giochi floreali e forme materiche, il tepore di un tessuto morbido, la natura incarnata nel legno. Una casa cambia volto e inizia una nuova storia non quando vi trasferite, ma quando vi portate il primo oggetto, quello che avete comprato in una sera prima di rincasare dal lavoro e che da solo basta a dare una luce nuova a quello spazio che sta per diventare il vostro posto. Insomma: il decoro è un modo per iniziare ad affezionarsi. È un modo per mettere una firma, lasciare un segno del nostro carattere, distinguere casa nostra da quello che sta fuori, ovunque.
È sufficiente quel poco, purché sia ricco di particolarità e frutto della fantasia degli accostamenti. Divertitevi a farlo. Le forme naturali di un vaso dal sapore di altri tempi con un fiore secco porta l’autunno in casa con dolcezza e una pennellata di colori. Una coperta in pura lana, un morbido cuscino-giocattolo sono coccole di tepore. E una scultura in legno, vi fa compagnia.